Sergio Gardoni - Collezionista PMW

Movimento:  Automatico Calibro:  NH36 Complicazioni:  Data, giorno
Diametro cassa:  42,00mm Spessore cassa:  13,30mm Diametro vetro:  30,00mm Larghezza tra anse:  20mm
Da ansa ad ansa:  47,50mm Impermeabile:  200m Peso con bracciale:  183g Prezzo pagato:  119,00€ - Alibaba

 

4/12/21

Ho sempre avuto un'inclinazione per il Monster, un orologio dalle forme prepotenti, decisamente originale e disponibile in diversi colori. Ora poi che è stato riscoperto da tanti produttori di hommage la gamma di colori è diventata sterminata. Dopo l'esperienza con Heimdallr, tutto sommata più che positiva, ho voluto toccare con mano la versione Addiesdive in blu, soprattutto con la speranza che l'unico problema serio riscontrato con l'altro fosse stato risolto. Mi riferisco al disallineamento tra ghiera e nicchie sulla carrure che purtroppo è presente anche in questo caso.

Questo Monster di Addiesdive è presente già da un po' di tempo su Aliexpress mentre non riuscivo a trovarlo su Alibaba, dove i prezzi spesso sono più bassi, su quello che penso sia il sito del produttore. Contattato in chat il venditore mi ha confermato che, essendo un prodotto nuovo, non l'avevano ancora messo in vetrina, ma, allegando una foto, che era disponibile e che se lo desideravo mi avrebbe preparato l'ordine. Mi sono fidato e alla fine eccolo qua.

Cominciamo a vedere quali sono le differenze rispetto alla versione Heimdallr.

Frontalmente quadrante e lancette sembrano essere esattamente le stesse. La ghiera presenta minime differenze come la perlina luminescente più grande inscritta in un triangolo dei contorni più precisi e gli indici a barre principali appena un po' più corti.

La differenza più importante la rilevo sulla carrure, dove le nicchie lucidate sono di dimensioni maggiori e squadrate, ma sempre disallineate con la ghiera. Anche le anse hanno un andamento diverso con un altezza maggiore nella parte finale dove ci sono i fori per facilitare il cambio del bracciale. Infine la corona zigrinata riporta il logo del produttore.

L'orologio arriva con la solita robusta scatola in plastica nera accompagnato da un libretto istruzioni, un'etichetta in cartoncino e  una scheda garanzia non compilata. Incluso anche un attrezzo per rimuovere i perni a pressione del bracciale.

Questo versione presenta un bel  quadrante blu vivo che dal centro diventa più scuro fino al bordo del rehaut con indici dei minuti stampati in bianco e dentro il quale sono parzialmente incassati gli indici delle ore, a forma di dente, riportati con un sottile bordino nero e ricoperti da un'efficace vernice luminescente verde chiaro. A ore 3, incorniciata da un bordino bianco, troviamo la finestrella della data-giorno in nero su sfondo bianco. Il giorno è in inglese e cinese.

Le lancette di ore e minuti sono bordate in nero come pure nera è la lancetta dei secondi.

A ore 12 troviamo il logo di Addiesdive seguito dal marchio mentre a ore 6 due righe di testo affermano che si tratta di un automatico con impermeabilità di 200m. Testo e logo sono stampati in bianco. Il quadrante è protetto da un cristallo in zaffiro leggermente bombato con trattamento antiriflesso.

La ghiera in acciaio spazzolato unidirezionale effettua un giro completo in 120 scatti con un minimo gioco e con la giusta resistenza. La scala è incisa e riempita di vernice nera con numeri arabi a minuti 15, 30 e 45, un triangolino che incorpora la perlina luminescente a minuti 60, barrette per tutti gli altri multipli di 5 e infine barrette più piccole per i minuti intermedi fino a 15 e punti per i rimanenti.

Comparando la carrure dei tre Monster si nota la differenza nella forma delle nicchie e delle anse. Inoltre appare come la finitura dell'Addiesdive sia migliore di quella dell'Heimdallr. Quello che è difficile da capire è il disallineamento tra ghiera e carrure presente in entrambi gli hommage. Infatti l'errore deriva sicuramente da un'inaccurata realizzazione della carrure con le nicchie spostate leggermente a destra

Il fondello pieno a vite riporta nel medaglione centrale il logo in rilievo sullo sfondo sabbiato. Attorno al logo troviamo le varie caratteristiche e infine il bordo esterno è lucidato.

Il bracciale, il classico cingolato, è di discreta fattura, praticamente uguale a quello dell'Heimdallr per quanto riguarda le maglie. La regolazione in lunghezza però avviene tramite perni a pressione, soluzione che io personalmente preferisco rispetto a quella odiosa con perni e collare implementata da Heimdallr. Lo spessore delle maglie è il classico 3,5mm e la soluzione della prima maglia più larga della larghezza delle anse di 20mm permette una bella rastremazione da 23 a 20mm.

L'unico piccolo difetto è nella chiusura del bracciale stampata.

Subito sostituita con una piena.

Al polso si comporta esattamente come un Monster: nonostante l'aspetto massiccio sia il diametro che l'altezza da ansa ad ansa favoriscono l'indossabilità con qualunque polso medio-grande.

Come luminescenza media si colloca al terzo posto, ma la perlina sulla ghiera è la più luminosa dei tre. Ho testato la durata e ho riscontrato che se il buio è profondo è ancora possibile leggere l'ora anche dopo otto ore.

Conclusioni

Vale più o meno quello che ho detto per il Monster di Heimdallr, in pratica non ci sono sostanziali differenze, a parte il prezzo (quello pagato per l'Heimdallr a suo tempo era senza IVA).

Questo aggiunge in collezione un bel quadrante blu degradè che contrasta brillantemente con il verdolino di indici e lancette.

Pro e contro

PRO
Discreta finitura
Ottima impermeabilità
Buona leggibilità
Affidabilità meccanica
Luminescenza molto buona
Vetro zaffiro
Operazione ghiera e corona senza problemi
Bracciale di discreta fattura

CONTRO
Disallineamento tra ghiera e carrure