Sergio Gardoni - Collezionista PMW

Movimento:  Automatico Calibro:  DG 2803/ 8205 Complicazioni:  Data, giorno
Diametro cassa:  45,00mm Spessore cassa:  15,00mm Diametro vetro:  31,50mm Larghezza tra anse:  22mm
Da ansa ad ansa:  48,00mm Impermeabile:  200m Peso:  90g Prezzo pagato:  52,00€ (0,00€) - Wish

 

8/6/21

Ero molto dubbioso quando ho visto questa offerta su Wish. Avevo già preso un bidone con un precedente acquisto di un Orient che, non solo non ero riuscito a trovare in nessun catalogo ufficiale, ma montava come movimento un orribile Tongji.

In questo caso la pubblicità affermava che il movimento utilizzato era un 4R36, movimento che viene montato esclusivamente da Seiko su i suoi orologi. Tutto faceva credere che si trattasse di un Seiko originale, tranne il prezzo che era sette-otto volte inferiore. Quindi si trattava di una replica, anche se non dichiarata. Non ho niente contro le repliche, anche se preferisco trovare un qualsiasi altro marchio sul quadrante, ma avendo una cotta per il Turtle e non avendone trovato sul mercato nessun hommage ho voluto fare un tentativo sperando che il movimento fosse almeno un NH36.

Avevo visto su Youtube una recensione del Wish 5KX Brian May LE. Anche per questo veniva dichiarato un movimento 4R36. Il recensore lo aveva aperto trovando all'interno un apparente 4R36. In realtà era un NH36 su cui era stata applicata un'etichetta con i dati del 4R36. Comunque la sostanza non cambiava. Sperando in un colpo di fortuna analogo ho premuto il grilletto.

Nel dubbio non lo ho neanche messo nella sezione "Prossimi arrivi" così ché se risultava una ciofeca non ne avrei parlato per niente. Purtroppo il prodotto, almeno per quanto riguarda il movimento, non era quello descritto. La cosa sarebbe grave, ma ne parlo perché voglio far sapere cosa è successo dopo. Ma andiamo con ordine.

La spedizione era dall'Italia, ma contrariamente a quanto promesso, non mi è stato fornito nessun tracking number. Dieci giorni dopo l'ordine mi ha suonato il corriere GLS - fortunatamente ero a casa - e mi ha consegnato l'orologio.

La confezione è piuttosto misera, una scatoletta imbottita di gommapiuma contenente solo l'orologio, ma per il prezzo pagato è anche troppo.

L'orologio in compenso era accuratamente pellicolato, sul quadrante e sul fondello, e sul bracciale c'erano le linguette da tirare per togliere comodamente la protezione. Dopo averlo spellicolato sono rimasto un buon quarto d'ora a osservarlo cercando disperatamente qualche aspetto negativo senza riuscire però a trovarlo. Superato a pieni voti l'esame esterno ho cominciato a impostare giorno e ora. E qui c'è stata la prima delusione: dopo aver incrementato la data di qualche unità, la corona ha cominciato a girare a vuoto, sia per la data che per il giorno. Momento di panico! Sono allora passato all'impostazione dell'ora e passando dalla mezzanotte ho notato che data e giorno cambiavano. Ho riportato la corona al primo scatto e con sollievo ho constatato che tutto aveva ricominciato a funzionare normalmente. Purtroppo la grossa delusione doveva arrivare più tardi, quando, apertolo, ho potuto constatare che al posto del 4R36/NH36 promesso c'era un anonimo 2803.

Non ho digerito la faccenda e ho provato a contattare l'assistenza. Un robot in chat m'ha chiesto se andava tutto bene con l'ordine. Alla mia risposta negativa mi ha domandato quale fosse il problema. Ho risposto che l'articolo non corrispondeva a quello descritto. Il robot ha voluto sapere quale fosse la discordanza e ha chiesto che gli inviassi almeno una foto. Gli ho spiegato che al posto del 4R36 dichiarato avevo trovato un anonimo 2803 allegando una foto. Con mia sorpresa la risposta è stata immediata: riceverai un rimborso e non dovrai restituire l'orologio. Stentavo a credere, ma poco dopo ho ricevuto un messaggio da PayPal che mi confermava l'accredito dell'importo completo. A questo punto ho deciso di presentarlo comunque sul sito per far conoscere la storia. Inoltre, dato che cassa e bracciale non sono niente male sto pensando seriamente di sostituire il suo movimento con un Miyota 8205. Bah, vedremo.

Il confronto con l'originale è d'obbligo. Rispetto al Seiko SRPA21K1 le differenze evidenti non sono moltissime: sulla scala dei minuti i trattini ogni 5 sono di un rosso scuro che sullo sfondo blu diventa quasi invisibile, la corona ha una forma leggermente diversa e diversa è la svasatura che la circonda, la perlina luminescente sulla ghiera è sporgente, la lancetta dei minuti è più stretta specie nella testa, la lancetta dei secondi ha la coda più corta, ma quella che spicca di più riguarda il bordo della ghiera che non presenta la doppia fila di sporgenze come nell'originale. Naturalmente tutte queste differenze sono visibili solo dopo aver ricevuto l'orologio perché nell'inserzione Wish le foto sono quelle dell'originale.

Il quadrante azzurro presenta un bell'effetto soleil. I testi, gli indici e il riempimento delle lancette sono tutti in un celeste chiaro.

Sul rehaut la scala dei minuti è stampata con trattini celesti intervallati da trattini rosso scuro ogni 5.

Gli indici delle ore sono a pallettoni tranne quelli a ore 6 e 9 che sono trapezoidali con un trattino verso l'interno e quello a ore 12 formato da due trapezi rettangoli simmetrici anche qui con un trattino verso l'interno. A ore 3 una finestrella smussata riporta giorno e data in caratteri neri su sfondo bianco. Il giorno, leggermente disallineato verso l'alto, è in inglese e cinese.

A ore 12 il marchio è seguito dal logo Prospex mentre a ore 6 su tre righe troviamo il logo Padi, la scritta AUTOMATIC e il valore dell'impermeabilità di 200m. Tutti i loghi e testi sono copiati pari pari dall'originale. Infine sotto l'indice a ore 6 un testo in caratteri minuscoli millanta un movimento NH36.

Le lancette sono quelle tipiche Seiko, bordata inox quella delle ore, bordata in rosso e un po' troppo sottile quella dei minuti e tutta inox con un cerchietto luminescente in coda quella dei secondi.

Un vetro minerale (spero) piatto, leggermente sporgente rispetto alla ghiera ricopre il quadrante.

La ghiera unidirezionale piuttosto alta presenta una dentellatura che favorisce la presa per la rotazione che avviene in 120 scatti per un giro completo. La rotazione avviene in maniera piacevole, ma è presente un leggero gioco. L'inserto con la classica grafica Seiko è di un materiale che non riesco ad identificare, non sembra metallo, forse è plastica.

La carrure dall'andamento morbido ha un trattamento lucido sui fianchi, mentre la parte superiore è spazzolata. L'ampia corona a vite, lucidata e senza logo, si avvita e svita con facilità grazie alla mancanza delle spallette di protezione.

Il fondello a vite, spazzolato tranne che per un piccolo anello esterno lucidato, copia tutte le informazioni presenti sull'originale tra cui quella relativa al movimento che, a differenza di quanto riportato sul quadrante, questa volta è un 4R36. Lo tsunami in rilievo sul medaglione centrale è riprodotto in maniera piuttosto grossolana.

Il bracciale in acciaio è di discreta fattura. Completamente spazzolato tranne i bordi laterali e i bordini interni delle sezioni esterne che sono lucidati. Leggermente rastremato (22->20mm), maglie e finali sono pieni e i bordi sono ben trattati non risultando taglienti. Lo spessore di 3,5mm è proporzionato a quello della cassa. La regolazione in lunghezza si effettua tramite i soliti perni a pressione.

I finali pieni si adattano perfettamente alla cassa.

La chiusura è la parte più debole dell'insieme: è stampata e non piena, ma il trattamento lucidato, i quattro fori per la microregolazione, la facile apertura e la chiusura affidabile con scatti secchi e precisi la riabilitano. Non c'è l'estensione per la muta prevista nell'originale, ma tanto chi ha mai avuto una muta?

Al polso si comporta bene anche se il peso si sente. Nonostante il diametro della cassa sia impegnativo in realtà non sembra così grande grazie alla ghiera dalla dimensione simile a quella dell'SKX007, ma soprattutto alla ridotta altezza da ansa a ansa.

Non lo vedo bene con altri cinturini, l'unica alternativa al bracciale mi sembra questo Nato che rispecchia i suoi colori.

Non mi aspettavo grandi cose dalla luminescenza e non sono stato smentito. Appena appena accettabile, comunque meglio di tanti altri cinesi.

 
 

7/8/21

Ho tentato, o meglio ha tentato il mio orologiaio, il doppio trapianto. Purtroppo il donatore, lo Starking, non ce l'ha fatta e si è sacrificato per rendere migliore il Wish Turtle. Quest'ultimo ora dispone di un ben più affidabile Miyota 8205. Il giorno non è perfettamente allineato, ma non lo era neanche prima. Con l'occasione  gli ho fatto cambiare anche le lancette dei minuti e dei secondi, ora più grandi e più simili a quelle dell'originale. Dopo l'operazione sono scomparse anche quelle incertezza nell'operazione della corona.

La luminescenza delle due lancette sostituite è lievemente peggiorata, comunque non si discosta molto da quella di prima.

Conclusioni

Ormai dovrei aver imparato che, salvo rare occasioni, nessuno regala niente e che quello che arriva è proporzionato al prezzo pagato, anzi talvolta il valore reale dell'oggetto può essere anche sensibilmente inferiore all'esborso effettuato. Però non mi aspettavo una simile correttezza commerciale in grado di rimediare alla bugia iniziale.

Comunque non tutti gli aspetti sono negativi.

La cassa è ben rifinita sia nella parte lucidata che in quella spazzolata.

Il quadrante mi sembra ben realizzato con un bell'effetto soleil.

Problemi di disallineamenti non ce ne sono grazie anche al leggero gioco della ghiera.

Pure il bracciale è di buon livello senza i fastidiosi bordi taglienti di molti bracciali cinesi.

Considerando il costo zero dell'orologio, 51€ dello Starking (purtroppo da buttare), 8€ delle lancette e 10€ dell'orologiaio, con 69€ mi sono ritrovato un bel Turtle con un decente movimento.

Pro e contro

PRO
Buon livello di finitura
Discreto bracciale
Allineamento ghiera/rehaut/quadrante ok

CONTRO *
Movimento cinese ben al di sotto del giapponese promesso
Qualche problemino con la corona

* Problemi risolti col trapianto